Emergenza rifiuti a Napoli 1 novembre 2010 - undicesimo giorno di emergenza

rifiuti a Napoli - 1 novembre 2010

Novembre inizia per Napoli all'insegna della spazzatura... l'emergenza rifiuti è ben lungi dall'essere risolta e diverse zone del centro cittadino sono oramai trasformate in vere e proprie discariche a cielo aperto.  Nonostante i proclami di governo e protezione civile, tanto i famosi dieci giorni quanto i fatidici tre giorni necessari per risolvere l'emergenza sono passati e sono troppe le aree ancora invase dai rifiuti.
L'immagine più emblematica di questo dodicesimo giorno di emergenza è la fotografia scattata a ridosso della Posta Centrale della città,  in via Monteoliveto, a pochi metri di distanza dalla monumentale chiesa di Santa Maria La Nova e a cento metri da piazza del Gesù.  Il confronto fra questa e la foto scattata una settimana fa dimostra di come i rifiuti siano aumentati in maniera considerevole invece che diminuire.  Del resto le cronache ufficiali sui quotidiani parlano di oltre 2000 tonnellate di immondizia lasciate sulle strade della città di Napoli a marcire proprio in occasione di un importante ponte per il turismo.
rifiuti a pochi metri dal comune di Napoli - 1 novembre 2010
Share on Google Plus

About Fabrizio Reale

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

©2009-2014 Fabrizio Reale
I testi e le immagini pubblicati sul sito, salvo dove espressamente indicato, sono di proprietà dell'autore del blog. Tutti i diritti sono riservati.
E' vietato l'utilizzo delle fotografie pubblicate senza esplicita autorizzazione da parte dell'autore.
Per quanto riguarda i contenuti testuali, è possibile l'utilizzo per fini non commerciali a patto di citare correttamente il nome dell'autore e la fonte, con link al post utilizzato.
____
Il blog non rappresenta una testata giornalistica,
in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai
sensi della legge n°62 del 7/3/2001