Monumenti nella pozzanghera (riflessi e riflessioni)


Il campanile di Santa Chiara - reflections
Di mattina, dopo un violento acquazzone, provate a passeggiare per le vie ed i vicoli della città antica.  Invece che schivare le tante pozzanghere, fermatevi un attimo a guardare oltre la solita prima vista.  Riflessi nell'acqua piovana scoprirete un mondo colorato fatto di nuvole, di squarci di azzurro, di panni stesi al ritrovato sole e di arte, cultura, storia.   La fotografia è stata scattata in via Benedetto Croce, all'incrocio con via Santa Chiara...  l'angolo di campanile medievale riflesso nella pozzanghera rispecchia, al di là delle rifrazioni, l'attenzione che viene data all'arte ed alla cultura in questi tempi di crisi. 
Sarebbe ora che tutti si ricordassero, a Napoli come a Roma od in Veneto, che siamo depositari e non proprietari dei beni artistici, storici e culturali che costituiscono un patrimonio dell'umanità unico ed irripetibile  e che ogni masso danneggiato, ogni "tetto che crolla" di un monumento antico è un danno irreparabile che coinvolge l'umanità tutta e non solo le solite beghe politiche.  Pompei, così come il centro antico di Napoli e tutti i monumenti dichiarati patrimonio dell'umanità UNESCO ci sono stati affidati in custodia dall'umanità ed è nostro compito far tutto il possibile affinchè vengano tramandati intatti alle generazioni future.
Fabrizio Reale Web Developer

Napoletano, ingegnere, ricercatore, blogger, fotografo... che altro?

Nessun commento:

©2009-2014 Fabrizio Reale
I testi e le immagini pubblicati sul sito, salvo dove espressamente indicato, sono di proprietà dell'autore del blog. Tutti i diritti sono riservati.
E' vietato l'utilizzo delle fotografie pubblicate senza esplicita autorizzazione da parte dell'autore.
Per quanto riguarda i contenuti testuali, è possibile l'utilizzo per fini non commerciali a patto di citare correttamente il nome dell'autore e la fonte, con link al post utilizzato.
____
Il blog non rappresenta una testata giornalistica,
in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai
sensi della legge n°62 del 7/3/2001