Il mercato dell'illegale in Corso Umberto I a Napoli

Ambulanti e borse contraffatte in Corso Umberto I
Provate a camminare per Corso Umberto I a Napoli di sabato, fra piazza Nicola Amore (i quattro palazzi) e piazza Garibaldi. I marciapiedi già naturalmente affollati risultano essere del tutto ingolfati e bloccati da un numero imprecisato (centinaia?) di venditori ambulanti di ogni tipo ed ogni nazionalità. Si parte dal napoletano che ferma i passanti agli incroci cercando di vendere paia di calzini, si passa per le decine e decine di ambulanti con scatolone e coperta bianca di ordinanza intenti a vendere borse, zaini, giocattoli, occhiali, portafogli, qualsiasi cosa purchè sia rigorosamente un' imitazione di qualche prodotto di marca, si arriva persino alla più classica delle truffe napoletane: il gioco delle tre carte. Sotto la chiesa di Santa Maria Egiziaca c'era il classico banchetto con le tre campane sotto le quali - forse- ritrovare la pallina nascosta, con le classiche dinamiche di una truffa tanto antica quanto famosa: il palo, il compare che fa il finto giocatore vincente e suggerisce ai passanti di giocare...   Il mercato dell'illegale, sotto gli occhi fin troppo avvezzi dei commercianti del luogo ed in totale colpevole assenza di qualsiasi divisa o simbolo che possa ricordare le istituzioni, le leggi, il rispetto della legalità. 
Che si tratti di una triste normalità, al di là delle conoscenze di chi abitualmente passeggia da quelle parti, è dimostrato anche dalla visione delle immagini pubblicate su Street view di google:  muovendosi virtualmente per il rettifilo sono anche in questo caso a decine i venditori ambulanti che occupano abusivamente il marciapiede vendendo merce contraffatta.
Visualizzazione ingrandita della mappa

Se in via Roma/Toledo il continuo via vai di forze dell'ordine fa sì quantomeno che i venditori ambulanti debbano passare buona parte della giornata "sacco in spalla",  nella seconda ed ancora più estesa arteria commerciale della seconda municipalità di Napoli,  per l'intero tratto che va dall'incrocio con via Duomo fino a Piazza Garibaldi, il caos e l'illegalità regnano sovrani incontrastati, danneggiando notevolmente sia i commercianti della zona che i passanti.  Anche senza esplicite denunce, sarebbe opportuno prevedere piani di controllo della zona in modo tale da ridurre drasticamente questo fenomeno non degno di una città, Napoli, che ha la giusta ambizione di diventare una delle principali mete turistiche italiane. 

0 commenti:

©2009-2014 Fabrizio Reale
I testi e le immagini pubblicati sul sito, salvo dove espressamente indicato, sono di proprietà dell'autore del blog. Tutti i diritti sono riservati.
E' vietato l'utilizzo delle fotografie pubblicate senza esplicita autorizzazione da parte dell'autore.
Per quanto riguarda i contenuti testuali, è possibile l'utilizzo per fini non commerciali a patto di citare correttamente il nome dell'autore e la fonte, con link al post utilizzato.
____
Il blog non rappresenta una testata giornalistica,
in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai
sensi della legge n°62 del 7/3/2001

 

Facebook Updates

Twitter Updates

Benvenuti su laboratorionapoletano.com

laboratorionapoletano.com è un urban blog di approfondimento su Napoli e la napoletanità, con interventi riguardanti eventi, politica, itinerari turistici, fotografia,segnalazione di disservizi e problematiche da risolvere.
Questo blog è stato visitato da oltre 300.000 persone fra il 2011 e il 2013.