Visualizzazione post con etichetta carnevale a Napoli. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta carnevale a Napoli. Mostra tutti i post

Carnevale a Napoli: a città della scienza gratis i bimbi il 2 marzo


A carnevale ogni scienza vale: domenica 2 marzo 2014 a Città della Scienza è stato organizzato il carnevale più "scientifico" e tecnologico di Napoli, con ingresso gratuito per i bambini fino ai 10 anni. Come si evince dalla locandina pubblicata sul sito di città della Scienza all'interno del redivivo science center, quasi in concomitanza con l'anniversario dell'incendio che ne distrusse i padiglioni principali, per i piccoli ospiti saranno previsti laboratori "della marachella",  uno show scientifico (?) "Pulcinella che passione" al teatro, saranno presenti giocolieri e trampolieri, oltre a poter visitare le mostre allestite stabilmente come quella sul cervello, presente da Futuro Remoto 2013, e quella su cuccioli e uova di dinosauri.

Carnevale fra dinosauri e fossili al museo di paleontologia di Napoli (per bambini dai 4 agli 11 anni)


Si riceve e volentieri si segnala una bella iniziativa dedicata ai bambini promossa dal museo di paleontologia di Napoli: una festa di carnevale al museo, fra fossili e dinosauri. 
Lunedì 3 marzo e martedì grasso (4 marzo) il museo sarà aperto ai piccoli visitatori con due attività dedicate ai bambini, mascherati e non: 
  • Per conoscere i fossili... ci gioco  (bambini  fra 4 e 6 anni) 
    • lunedì 3 marzo dalle 10.00 alle 12.00
    • martedì 4 marzo dalle 9,30 alle 11,30
  • Viaggio nel tempo: alla scoperta dei dinosauri (bambini dai 6 agli 11 anni)
    • lunedì 3 marzo dalle 15.00 alle 17.00
    • martedì 4 marzo dalle 11,30 alle 13,30
La prenotazione è obbligatoria, con contributo spese di 5,00 euro.
Sulla locandina sono indicati i riferimenti per informazioni e prenotazioni
Sito ufficiale dei musei universitari di Napoli: http://www.musei.unina.it/index.php

Carnevale di divieti a Napoli: cosa è vietato

Maschere di Carnevale (Venezia - feb 2009)
Laddove proprio i singoli non riescono a controllarsi ed autoregolamentarsi, è giusto allora che intervenga l'amministrazione comunale o, più in generale, la legge. Che i giorni antecedenti il martedì grasso di Carnevale siano storicamente "pericolosi" per i napoletani, con orde di ragazzini più o meno ignoranti che si aggirano per la città armati di bombolette spray, uova marce e quant' altro possa arrecare danno ai pedoni e portare una facile quanto stupida risata a loro, è qualcosa di appurato e noto. 
Come accadde già l'anno scorso - almeno stando ai ricordi del sottoscritto - il comune ha emanato una serie di disposizioni che resteranno in vigore fino all' 8 marzo che dovrebbero, qualora sia effettuato realmente un controllo, far sì che ignari turisti, gli inermi cittadini e financo i monumenti storici non debbano rischiare danni fisici più o meno gravi a causa dell'idiozia altrui.
In base all'ordinanza pubblicata da qualche giorno sul sito del comune saranno vietate la vendita e l'utilizzo di bombolette spray che contengano sostanze imbrattanti od urticanti e detenere ed utilizzare nei luoghi pubblici sostanze che possano arrecare danno a persone, beni o cose. La lista presente sul sito del comune è in tal senso lunga e contempla bombolette spray, schiume, coloranti vari, farina, uova, polveri pruriginose, creme, ecc.  La sanzione, laddove non si vada a violare il codice penale o quello della strada secondo i casi, sarà di 200 euro che diventeranno 400 in caso di recidività.
Purtroppo chi scrive ritiene utili provvedimenti come questo, in quanto troppo spesso in passato ci si è trovati in situazioni rischiose per non limitare l'altrui voglia di divertimento smisurata e pericolosa per gli altri.
Va sottolineato, qualora non fosse evidente, che provvedimenti di tal genere non hanno senso nè potere alcuno allorquando accanto non vengano previste misure particolari il cui scopo sia quello di controllare e prevenire che possano accadere incidenti.
©2009-2014 Fabrizio Reale
I testi e le immagini pubblicati sul sito, salvo dove espressamente indicato, sono di proprietà dell'autore del blog. Tutti i diritti sono riservati.
E' vietato l'utilizzo delle fotografie pubblicate senza esplicita autorizzazione da parte dell'autore.
Per quanto riguarda i contenuti testuali, è possibile l'utilizzo per fini non commerciali a patto di citare correttamente il nome dell'autore e la fonte, con link al post utilizzato.
____
Il blog non rappresenta una testata giornalistica,
in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai
sensi della legge n°62 del 7/3/2001