Bagnoli vista da Nisida - cartoline di Napoli



"Nisida è il classico esempio di stupidità" chiosava una ventina d'anni fa il famoso cantautore e menestrello d'altri tempi Edoardo Bennato, originario di Bagnoli. Difficile dar torto al famoso cantante: l'area di Bagnoli e di Nisida, per unicità e bellezza, avrebbero meritato sicuramente maggior fortuna nel secolo scorso.  Invece che diventare rispettivamente polo industriale siderurgico e zona militare con carcere minorilie, una delle aree paesaggisticamente più rilevanti ed impressionanti dell'intera penisola italiana sarebbe potuta diventare facilmente meta del turismo internazionale, conservando la vocazione balneare e turistica che aveva a inizio XX secolo.  Oggi, a quasi vent'anni dalla chiusura degli stabilimenti dell' Italsider-ILVA,  c'è ancora tanto da lavorare per ripristinare l'area profondamente rimaneggiata e per bonificare l'ambiente, il litorale ed il fondale marino da tonnellate di materiali pesanti e cancerogeni derivati dalla lavorazione dell'acciaio.  Se qualcosa già è stato fatto, si pensi ad esempio alla Città della Scienza ed al turtle point, se qualche progetto è già andato in porto ma non ancora reso operativo per soliti cavilli burocratico-politici, si pensi alla cittadella dello sport, la sensazione è che a tanti anni dalla chiusura della fabbrica troppo tempo sia stato perso e che sia ora di iniziare davvero a progettare Bagnoli per quel che dovrebbe essere: una meta del turismo, uno spazio essenziale per la vita dei napoletani.  Bonificare l'area, anche se ha un costo elevato, deve essere una priorità e un obbligo preciso per chi ha la presunzione e la voglia di guidare una delle città più belle del mondo.
La fotografia in questione fa parte della galleria "cartoline di Napoli". 
Fabrizio Reale Web Developer

Napoletano, ingegnere, ricercatore, blogger, fotografo... che altro?

1 commento:

eziozerziani ha detto...

Ciao Fabrizio, conosco da tempo le tue cartoline di Napoli..ed anche quelle postate su Pan...e sono tutte belle!
Ermanno

©2009-2014 Fabrizio Reale
I testi e le immagini pubblicati sul sito, salvo dove espressamente indicato, sono di proprietà dell'autore del blog. Tutti i diritti sono riservati.
E' vietato l'utilizzo delle fotografie pubblicate senza esplicita autorizzazione da parte dell'autore.
Per quanto riguarda i contenuti testuali, è possibile l'utilizzo per fini non commerciali a patto di citare correttamente il nome dell'autore e la fonte, con link al post utilizzato.
____
Il blog non rappresenta una testata giornalistica,
in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai
sensi della legge n°62 del 7/3/2001